Confinamento Amianto (Eternit)

Glossario

C

Confinamento Amianto (Eternit)

Il confinamento, o sovracopertura, di un tetto in amianto o Eternit consiste nell’installazione di una barriera a tenuta (es. copertura in metallo) che separa l’amianto dalle parti esterne e/o interne nel caso non sia presente un solaio. Normalmente vengono trattate le lastre preesistenti con della vernice bloccante per evitare il rilascio di fibre all’interno del confinamento. Rispetto all’incapsulamento presenta il vantaggio di realizzare una barriera resistente agli urti. E’ indicato nel caso di materiali facilmente accessibili, in particolare per la bonifica di aree circoscritte (ad es. delle tubature). Occorre sempre un programma di controllo e manutenzione, in quanto l’amianto non viene rimosso e rimane nell’edificio. Inoltre, per un corretto confinamento, la barriera installata deve essere mantenuta in buone condizioni. Questo tipo di soluzione per la bonifica dell’amianto è ritenuta definitiva dall’Ausl, l’ente preposto al controllo di tutte le operazioni di bonifica. 

sovracopertura

Materiali

Il confinamento è realizzato attraverso la copertura del vecchio tetto in amianto da una nuova copertura. Principalmente viene usata una copertura in lamiera. Può anche essere usato un pannello isolante.

Impieghi

Il confinamento è una delle soluzioni per risolvere il problema dell’amianto sul tetto. Si interpone tra l’incapsulamento e la rimozione.

bonifica amianto

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email