Bonus Ristrutturazioni, detrazione fiscale 50%

ad esempio per i privati che devono fare il tetto o smaltire l’amianto…
detrazione fiscale 50%

bonus ristrutturazioni 50%

Bonus 50% prorogato anche per il 2018.

La legge di Bilancio 2018 ha prorogato anche per il 2018 gli incentivi fiscali per i lavori di ristrutturazione edilizia. Il bonus ristrutturazione è pari a una detrazione Irpef del 50% per un tetto massimo di spesa di 96.000 euro.

La detrazione è valida per i lavori avviati a partire dal 1º gennaio, mentre a partire dal 1 º gennaio 2019 si tornerà alla detrazione prevista dalla norma del TUIR, cioè un bonus irpef del 36% per un limite massimo di 48.000 euro.

Ad usufruire del bonus ristrutturazioni può essere, oltre al proprietario dell’immobile anche: il nudo proprietario; titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), locatario o comodatario; socio di cooperative divise e indivise; soggetto che produce redditi in forma associata, per cui società semplici o imprese familiari, l’imprenditore individuale, ma solo per l’imprenditore non strumentale o merce.

I lavori per i quali sarà possibile usufruire del bonus sono quelli già previsti per il 2017. Chi usufruisce del bonus per le ristrutturazioni edilizia, similmente a quanto avviene per l’eco-bonus e per il sisma-bonus, dovrà inviare all’Enea, per via telematica, alcune informazioni sugli interventi effettuati, solitamente questo viene solito da un tecnico che cura la pratica e gestisce tutta la buroscrazia del caso.

Scarica la Guida sulla detrazione 50% dell’Agenzia delle Entrate

Se hai domande chiedi info qui accanto

Commenti

Commenti

1 commento

I commenti sono chiusi.